Voci in bolletta

Tutte le informazioni sulle voci in bolletta

Può capitare che un periodo fatturato sulla base di letture stimate, subisca un ricalcolo a seguito della validazione delle letture effettive da parte del distributore locale competente. Nei casi in cui questo avviene puoi verificare alla voce "Ricalcoli" nella seconda pagina della tua bolletta, la restituzione dell'acconto versato nelle precedenti fatture al netto dell’IVA.

Il costo medio unitario della spesa per la materia energia è calcolato come rapporto tra quanto dovuto per la voce spesa della materia energia e i kWh/m3 fatturati. L’informazione consente di avere una prima valutazione del costo medio relativo alle diverse attività svolte dal venditore per fornire energia elettrica. È importante sapere che il valore del costo medio calcolato, non corrisponde al costo per kWh/m3 effettivo, in quanto risente della presenza tra gli importi alla base del calcolo di quote fisse e di eventuali corrispettivi differenziati per scaglioni di consumo, espressi in funzione del livello di energia consumata. Il prezzo della quota energia fatturato in bolletta quindi, è verificabile consultando la voce “Spesa per la materia energia” all’interno del riquadro di dettaglio della fattura. Per quanto riguarda la fatturazione gas, il calcolo applicato per determinare il costo medio unitario è del tutto speculare a quanto precedentemente illustrato.

La spesa per il trasporto e la gestione del contatore comprende gli importi fatturati per le attività svolte dal distributore locale sia per garantire il trasporto dell’energia elettrica e del gas ai clienti finali attraverso il corretto funzionamento della rete sia per garantire la messa a disposizione delle letture e la manutenzione del contatore.

L’importo totale è suddiviso in:

quota fissa: componente addebitata per avere un punto di consegna attivo, anche nel caso in cui non ci siano consumi;

quota potenza: addebito in proporzione alla potenza impegnata del tuo contatore, anche nel caso in cui non ci siano consumi (esclusivamente per l’energia elettrica);

quota energia: importi addebitati in proporzione al consumo effettuato.

Il costo per tali attività è stabilito periodicamente dalla ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti, ex AEEGSI) sia per il Mercato Libero che per il Mercato Tutelato.

Tutte le voci della bolletta prevedono l’applicazione di una quota fissa da pagare anche in assenza di consumi. Questo costo è relativo ad attività di gestione, manutenzione del contatore e di tutti i servizi necessari per il corretto funzionamento della rete, grazie ai quali l’energia elettrica e il gas arrivano nelle case di tutti i nostri clienti.

A volte, a causa di piccoli ritardi tecnici, un pagamento effettuato potrebbe non essere subito visibile. Dopo 24 ore dal pagamento, lo stato dovrebbe aggiornarsi su tutti i sistemi (comprese le sezioni dedicate alle bollette in App).

Per Addebito Corrispettivo CMOR si intende l' importo richiesto a titolo di indennizzo dal precedente venditore al quale risulta il mancato pagamento di una o più bollette, pertanto eventuali informazioni si devono richiedere alla precedente società di vendita. Il mancato pagamento di tale importo comporta l’applicazione delle normali procedure di morosità.

La spesa per la materia energia e per la materia gas comprende gli importi fatturati alle diverse attività svolte dal venditore per fornire l'energia elettrica e il gas naturale a tutti i clienti.

Cosa comprende l'importo totale della spesa per la materia energia e materia gas?

L'importo totale viene suddiviso in: quota fissa addebitata per avere un punto di consegna attivo anche in assenza di consumo (questo costo non viene pagato dai clienti domestici residenti); quota energia i cui importi sono addebitati in proporzione al consumo effettuato.

Come vengono stabiliti i costi?

Nel mercato libero i costi sono stabiliti dal venditore nel contratto di fornitura, mentre nel mercato tutelato sono stabiliti, per ogni trimestre, dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti, ex AEEGSI).

Gli oneri di sistema comprendono gli importi fatturati per la copertura dei costi relativi ad attività di interesse generale e di carattere nazionale per il sistema elettrico e del gas naturale pagati da tutti i clienti finali.

Cosa comprende l'importo totale della spesa per la materia energia e materia gas?

L'importo totale viene suddiviso in: quota fissa addebitata per avere un punto di consegna attivo anche in assenza di consumo (questo costo non viene pagato dai clienti domestici residenti); quota energia i cui importi sono addebitati in proporzione al consumo effettuato.

Come vengono stabiliti i costi?

Il costo viene stabilito periodicamente dall'ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti, ex AEEGSI) ed è uguale per tutte le società di vendita e per tutti i mercati.

Gli oneri di sistema comprendono gli importi fatturati per la copertura dei costi relativi ad attività di interesse generale e di carattere nazionale per il sistema elettrico e del gas naturale pagati da tutti i clienti finali.

Cosa comprende l'importo totale della spesa per la materia energia e materia gas?

L'importo totale viene suddiviso in: quota fissa addebidata per avere un punto di consegna attivo anche in assenza di consumo (questo costo non viene pagato dai clienti domestici residenti); quota energia i cui importi sono addebitati in proporzione al consumo effettuato.

Come vengono stabiliti i costi?

Il costo viene stabilito periodicamente dall'ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti, ex AEEGSI) ed è uguale per tutte le società di vendita e per tutti i mercati.

Le bollette dei tuoi consumi di energia elettrica e gas sono pratiche, semplici e chiare, nate per rispondere a tutte le tue domande. Le bollette di energia elettrica e gas hanno due colori differenti: verde per i tuoi consumi di energia, arancione per i tuoi consumi di gas. Puoi trovare tutte le informazioni più importanti in evidenza nella prima pagina: l'elenco dei tuoi pagamenti e relative scadenze, come contattarci per richiedere assistenza, i dati relativi alla tua offerta. Nella seconda pagina invece potrai consultare nello specifico tutte le informazioni inerenti alle singole componenti della tua spesa, la visualizzazione dell'andamento dei tuoi consumi e i suggerimenti per poter risparmiare, i dati della tua fornitura. Consulta la nostra guida interattiva per saperne di più.

Per data inizio fornitura si intende il giorno in cui ha efficacia il contratto di fornitura.

Per fattura di imposta prescrittibile si intende tutti gli importi relativi a consumi superiori a 2 anni dall'emissione della bolletta, che ai sensi della delibera 569/2018/R/com, possono essere prescritti, e non essere quindi dovuti.

Le bollette dei tuoi consumi di energia elettrica e gas sono pratiche, semplici e chiare: all'interno puoi trovare tutte le informazioni che ti occorrono per rispondere alle tue domande. Nella seconda pagina, nel riquadro "Com'è composta la mia spesa per l'energia elettrica" e " Com'è composta la mia spesa per il gas naturale" puoi trovare nel dettaglio tutte le voci che compongono l'importo della tua bolletta tra le quali: spesa per la materia energia o gas naturale, spesa per il trasporto e la gestione del contatore, oneri di sistema e le imposte.

È il servizio che ti dà visibilità della data di emissione delle bollette. Puoi vedere la data di emissione dalla tua Area Clienti oppure su Bollett@mail. Questa informazione ti serve perché, se per caso effettui modifiche sulle modalità di ricezione bolletta (per esempio, se passi dalla bolletta cartacea a quella digitale, o se cambi l'indirizzo di ricezione) e se al momento di queste modifiche la bolletta è già stata emessa, le nuove impostazioni saranno valide dalla bolletta successiva.

Il PDR è il Punto di Riconsegna, il codice numerico di 14 cifre che identifica l'utenza del gas. Il numero PDR corrisponde alla posizione fisica del contatore quando viene consegnato dal fornitore al cliente finale. Il codice PDR viene assegnato al momento dell'allacciatura del gas. Il PDR serve quindi a identificare la tua utenza di gas ed è un codice importante che A2A può richiederti per svolgere alcune operazioni sulla fornitura o sul tuo contatore.

Il POD è il Point Of Delivery (Punto di Prelievo), il codice alfanumerico di 14/15 cifre che identifica il punto di prelievo dell'energia elettrica, in particolare il punto fisico in cui l'energia viene consegnata dal venditore al cliente finale. Il POD serve quindi a identificare la tua utenza di energia elettrica ed è un codice importante che A2A può richiederti per svolgere alcune operazioni sull'attivazione del contatore, la voltura o il subentro.

Se sei già nostro cliente puoi trovare il codice PDR e il codice POD sul tuo contratto di fornitura oppure nella seconda pagina delle tue bollette gas sotto la voce “La tua fornitura”. Se invece non sei un nostro cliente ma vuoi diventarlo, puoi richiederlo al Distributore locale competente.