Imposte elettricità 2017/2018

Imposte elettricità per i clienti domestici


Alle normali tariffe di distribuzione e di vendita dell'energia elettrica va aggiunta l'imposizione fiscale, che incide sulla formazione del prezzo ai clienti finali.

Generalmente il carico fiscale comprende:

1. LE ACCISE

Forniture per abitazione di residenza anagrafica:

  • forniture fino a 3 kW (consumi fino a 150 kWh/mese e consumi oltre 150 kWh/mese)
  • forniture con potenza impegnata oltre 3 kW
  • forniture per non residenti 

 

FornituraAccisa
(a) €/kWh
Addizionale comunale*
(b) €/kWh
Addizionale provinciale*
(c) €/kWh
Consumi fino a 150 kWh/mese (1)                  esente  0  0
Consumi oltre 150 kWh/mese (2) 0,0227 0  0
Forniture di residenza anagrafica; con potenza impegnata oltre 3 kW  0,0227 0  0
Forniture per non residenti 0,0227 0  0
(1) In caso di forniture con potenza impegnata fino a 1,5 kW: se si consuma fino a 150 kWh/mese, le imposte non vengono applicate. Se invece si consuma di più, i kWh esenti da imposte vengono gradualmente ridotti.

(2) In caso di forniture con potenza impegnata oltre 1,5 kW e fino a 3 kW: se si consuma fino a 220 kWh/mese, le imposte non vengono applicate ai primi 150 kWh. Se si consuma di più, i kWh esenti da imposte vengono gradualmente ridotti.

* Addizionali soppresse dal 01/01/2012 nelle regioni a statuto ordinario e dal 01/04/2012 nelle regioni a statuto speciale

 

2. L' IVA ( imposta sul valore aggiunto)

Attualmente l'aliquota IVA applicata alla fornitura di energia elettrica per le abitazioni è pari al 10%.