Canone RAI in bolletta

Il Canone RAI è un imposta sulla detenzione di "apparecchi atti o adattabili alla ricezione di radioaudizioni televisive".

La legge di Stabilità 2016 ha decretato che il canone RAI venga addebitato nella bolletta dell'energia elettrica dell’abitazione di residenza.

L’importo per l'anno 2017 è di 90 € e verrà ripartito in 10 rate mensili da gennaio ad ottobre.
Le rate verranno addebitate in bolletta secondo la tua attuale periodicità di fatturazione.

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

I dati personali raccolti per la fornitura dell’energia elettrica sono utilizzati, in base alla tipologia di tariffa applicata (residente/non residente), anche ai fini dell’individuazione dell’intestatario del canone di abbonamento e del relativo addebito in bolletta, che, in casi di tariffa residente (ex D2), avverrà in modo automatico.
Per ulteriori informazioni visita il sito www.canone.rai.it , il sito dell’Agenzia dell’Entrate oppure contattare il numero verde della RAI 800.93.83.62.
Ti ricordiamo che per esercitare il diritto di rettifica dei dati personali puoi inviare un messaggio alla casella di posta elettronica privacy@a2aenergia.eu.

È possibile richiedere l'esenzione dal pagamento del canone presentando all'Agenzia delle Entrate una dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato. 

La richiesta d'esenzione è valida solo per l'anno in corso, quindi deve essere ripresentata ogni anno. 

Per maggiori informazioni consulta le FAQ del sito dell’Agenzia dell’Entrate, le FAQ del sito del Canone RAI oppure le nostre.

Il canone ti verrà addebitato nella bolletta di energia elettrica relativa alla tua utenza domestica residenziale. L'importo di 90€ verrà ripartito in rate mensili che ti verranno addebitate in bolletta da gennaio ad ottobre.
Troverai l'indicazione della rata sotto la voce di costo "Canone di abbonamento alla televisione per uso privato".

Per conoscere quali sono le categorie esenti dal pagamento del canone, vai al sito dell’Agenzia delle Entrate, alla pagina Canone TV – Casi particolari di esonero.

Una sola volta. L’addebito del Canone verrà addebitato nelle bollette relative alla fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la residenza anagrafica.
A2A Energia riceverà mensilmente l’elenco dei punti di fornitura cui applicare il canone così come individuati dagli enti preposti ed effettuerà di conseguenza i dovuti addebiti.

No, tutti coloro che detengono una tv in locali o esercizi pubblici devono pagare il canone speciale. I fornitori di energia elettrica ricevono mensilmente indicazione dagli enti preposti delle forniture su cui effettuare l'addebito del canone e l'ammontare delle singole rate da addebitare.

La dichiarazione sostitutiva presentata dal 1° luglio 2016 al 31 gennaio 2017 utilizzando il modello definito dall'Agenzia delle Entrate esonera dall’obbligo di pagamento del canone per tutto l’anno 2017; quella presentata dal 1 febbraio al 30 giugno 2017 esonera dal pagamento per il semestre luglio-dicembre 2017. La dichiarazione sostitutiva presentata dal 1° luglio 2017 al 31 gennaio 2018 esonera dall’obbligo di pagare il canone per tutto il 2018.

No. A2A Energia raccoglie esclusivamente la dichiarazione del cliente relativa alla residenza anagrafica del luogo di fornitura.

Allo stato attuale l'addebito sulle bollette dell'energia elettrica è previsto per i canoni dell'anno 2016 e successivi.

Il canone tv ha una voce distinta pertanto non è ulteriormente imponibile ai fini fiscali.

In nessun caso il mancato pagamento del canone comporta il distacco della fornitura di energia elettrica. È prevista la comunicazione dell'elenco degli utenti che non hanno effettuato il pagamento all'Agenzia delle Entrate, che provvederà alla riscossione.

In caso di rateizzazione della bolletta contenente il canone, sarà possibile dilazionare il solo pagamento delle voci della bolletta ad esclusione del canone che manterrà la scadenza della bolletta in cui è addebitato.

Le modalità di riscossione delle penalità e degli interessi di mora sono definiti dall'Agenzia delle Entrate; per il Canone degli anni 2016 e 2017 non sono al momento stati previsti addebiti di interessi di mora o altre penali sulle bollette di energia elettrica.

Puoi richiedere l'esenzione dal pagamento del canone RAI, presentando all'Agenzia delle Entrate la "dichiarazione sostitutiva relativa al canone d'abbonamento ad uso privato". 
Per maggiori informazioni su tutti i casi particolari di richiesta d’esonero, il modulo da utilizzare per effettuare la richiesta, le istruzioni per la compilazione del modulo e l’invio consulta il sito delle Agenzie delle Entrate.
Ti ricordiamo che la richiesta d'esenzione è valida solo per l'anno in corso, quindi devi ripresentarla ogni anno. 
In nessun caso la richiesta di esenzione deve essere inviata ad A2A Energia, che non ha alcun titolo per riceverla e non provvederà ad inoltrarla all’Agenzia delle Entrate.

L'addebito del canone è in capo alla società che eroga la fornitura ad uso residente dal 1° gennaio 2017. Ad esempio, se al 1° gennaio 2017 eri fornito da un'altra società e sei diventato cliente A2A Energia dal 1° agosto, ti verranno addebitate le rate del canone da gennaio a luglio della precedente società di vendita, mentre le restanti ti verranno addebitate da A2A Energia.

Gli enti preposti definiranno l'ammontare del canone che deve essere addebitato in base alla verifica delle forniture dei singoli soggetti, anche con differenti società di vendita. Le società di vendita ricevono mensilmente il dettaglio delle forniture da addebitare e l'ammontare dei singoli addebiti.

Il coniuge erede deve presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione, per evitare l'addebito del canone sulla fattura dell'energia elettrica.

Per avere chiarimenti su particolari problematiche puoi contattare direttamente la RAI attraverso uno dei seguenti canali di contatto:

  • Numero verde per canone TV per uso privato 800.93.83.62 ( servizio attivo dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 21:00)
  • www.prontolarai.it canale attraverso il quale puoi prenotare un appuntamento telefonico
  • Altri canali di contatto


Oppure puoi consultare le FAQ e i casi particolari sul sito dell'Agenzia dell'Entrate.